top of page
  • Immagine del redattoreireneturiniart

Mese di Novembre - Noi siamo L'altro

Aggiornamento: 4 dic 2023


Oggi mentre vi scrivo è il 31 Ottobre, (Halloween) ci avviciniamo alla festa del Samhain dove le persone omaggiarono i morti e i loro defunti.. Si dice che in questo periodo il confine tra i mondi sottili sia più labile e è possibile connetterci e salutare con amore e devozione coloro che prima sono stati in vita. Curiosamente guardando le energie per voi, è apparso l'Arcano senza nome XIII.. giusto colui che rappresenta anticamente la morte nei tarocchi.. ma vedremo che non è così!

Ma veniamo a noi... In questi articoli trovi sempre:

  • La lettura con lo Strumento dei Tarocchi di Marsiglia... se questo è un metodo che ti è affine. Ti ricordo che il mio modo di utilizzo, è introspettivo e di conoscenza di Sè, non è minimamente mistico o di predizione... quello lo lasciamo a altri, noi viviamo nel presente! Semplicemente è uno strumento (quello dei Tarocchi) "popolare" di facile interpretazione... guarda se ti risuona, se è qualcosa che rivedi in te... durante la settimana, cosa noti, cosa stai "vedendo" nelle carte di te? Anche questo è sempre un modo, per rimanere presenti a se stessi..

  • Spunti di consapevolezza e ascolto... puoi leggerla quante volte voi, e tenerla presente durante questa settimana, vedere se ti risuona. Si tratta semplicemente di un modo per stare presente a se stessi e non farsi portare via, da gli eventi di tutti i giorni. Ricorda sempre di tutelare il tuo spazio interno dagli eventi esterni...

Spero che troverai utile uno di questi due modi di pratica, oppure che ti siano utili tutti e due!


Preferisci Ascoltare? Vai Al Podcast!


Energetica con i Tarocchi per il mese di Novembre '23

  • La Ruota della Fortuna X: la fine di un ciclo e l'inizio di un successivo. La Ruota della fortuna rappresenta quel momento di svolta e di cambiamento. Si pensi soltanto al cambio stagionale.. In questo periodo dove un'estate sembra essere infinita, siamo ad Ottobre e fuori ci sono ancora 20°, la Ruota della fortuna può rappresentare l'inizio della stagione fredda, del cambiamento stagionale tanto atteso. All'inizio della lettura indica la fine di qualcosa, può darsi che abbiamo concluso una fase della nostra vita e dell'attività lavorative o sentimentali, e adesso Novembre è come se fosse una pagina bianca.

  • La Luna XVIII: uno degli arcani maggiori più enigmatici. Sono i raggi di luna che risplendono perché illuminati dal Sole, questo arcano rappresenta l'archetipo della grande Madre, l'accogliere e trasformare, La potenza femminile ricettiva... la Donna come la Luna è pronta ad accogliere e trasformare tutto ciò che incontra attraverso un energia creativa primordiale, quella che la trasforma in madre, e potenza generativa creatrice di ogni cosa.

  • Arcano senza Nome XIII: per trasformarsi in altro occorre spogliarsi di tutte le maschere e i costrutti accumulati durante la nostra vita. Questo Arcano rappresenta l'Autunno. Le foglie dell'albero cadono a terra, trasformandosi pian piano in nutrimento per l'Albero stesso... che poi rinascerà in Primavera.

  • VI di Coppe e VIII di Spade: di cosa ci dobbiamo spogliare? il VI di Coppe indica l'amore narcisistico per se stessi.. in questo caso è uno spogliarsi dall'Ego che utilizziamo come difesa e ci chiede di addentrarci in un venerabile Silenzio (VIII di Spade) la vaquità Buddista è rappreentata in questa carta, il silenzio meditativo, la connessione con il Tutto, che richiede l'umiltà di essere vista.

Essere Autentici, togliersi le maschere, vedere l'altro per quello che è... senza proiezioni o costruzioni mentali, cercare l'umiltà dell'ascolto in noi stessi e per l'atro.


Questo i Tarocchi ci raccontano, in questo Mese di Novembre l'invito è all'ascolto e al fare silenzio, lo facciamo per noi, ma anche per un ascolto umile di ciò che stà avvenendo nel Mondo, troppe guerre sono in corso, come ci sentiamo? Possiamo ascoltare i drammi del mondo senza essersene portati via? Possiamo ascoltare i dolori dei bambini che piangono senza piangere noi stessi? Sembra che il mese di Novembre ci metta alla prova, in questi termini.


Pratica di Consapevolezza - Noi siamo L'altro

Ascoltare e Ascoltarsi, spogliarsi da ciò che non si è... cosa vediamo nell'altro che è nostro? Cosa diamo come responsabilità all'altro che è nostra? Possiamo vedere questi meccanismi di proiezione che deleghiamo all'altro? Noi siamo ciò che facciamo?

La realtà è il risultato delle nostre azioni e non di ciò che vorremmo che fosse.

Si apre un mondo.. una pratica da portare avanti per la vita intera...

Il mio invito è di osservare voi stessi/e e capire nella vita di tutti i giorni, in ogni relazione se riusciamo ad avere una visione fatta di equilibrio e di equanimità, se riusciamo a scindere il nostro vissuto con ciò che accade e se riusciamo a metterci nei panni dell'altro con empatia oppure pensiamo soltanto a ciò che ferisce noi... Mettersi nei panni dell'altro vuol dire prima amare noi stessi, essere consapevoli di noi e vedere l'altro, ascoltandolo, comprendendo il suo vissuto e capire che non è molto diverso da noi.

Se la Realtà è il risultato delle nostre azioni... cosa stiamo facendo noi, per costruire il Mondo che vorremmo che fosse?


Preferisci Ascoltare? Vai Al Podcast!







37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page